Intraprendo: finanziamenti per start up e liberi professionisti

19/07/2016

Beneficiari


Possono presentare domanda i seguenti soggetti:

  • MPMI, iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 24 mesi, con Sede operativa attiva in Lombardia come risultante da visura camerale;

  • Liberi Professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 24 mesi;

  • “aspiranti imprenditori”, ossia persone fisiche che provvedano ad iscrivere ed attivare nel Registro delle Impre­se di una delle CCIAA di Regione Lombardia una MPMI;"

  • "aspiranti liberi professionisti in forma singola”, ossia persone fisiche, non ancora in possesso di una Partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare.


Progetti e spese ammissibili


Sono ammissibili progetti di:

  • avvio e/o sviluppo di MPMI;

  • avvio e/o sviluppo di attività di lavoro libero-professionale in forma singola.


Sono ammissibili all’Intervento Finanziario Progetti che comportino spese totali ammissibili uguali o superiori ad Euro 41.700,00.
L’Intervento Finanziario sarà concesso da un minimo di Euro 25.000,00 fino ad un massimo di Euro 65.000,00.

Le spese ammissibili:

  • nuovo personale contrattualizzato a decorrere dalla data di ammissibilità delle spese fino ad un massimo del 30% delle spese totali ammissibili

  • acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati o noleggio dei medesimi - es. attrezzature, hardware, macchinari, impianti, arredi, veicoli commerciali leggeri.

  • acquisto di beni immateriali (marchi e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, licenze di produzione di know how e di cono­scenze tecniche non brevettate, costi di prototipazione);

  • licenze di software nel limite massimo del 20% delle spese totali ammissibili;

  • servizi di consulenza o servizi equivalenti, non riferiti all’ordinaria amministrazione, fino ad un massimo del 25% delle spese totali ammissibili;

  • affitto dei locali della Sede operativa/luogo di esercizio prevalente nel quale viene realizzato il Progetto di avvio e/o sviluppo della MPMI/attività libero-professionale, fino a un massimo di dodici mensilità di canone di locazione all’interno della durata di realizzazione del Progetto;

  • acquisto delle scorte fino ad un massimo del 10% delle spese totali ammissibili;

  • spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili del Progetto.


Contributo


L’intervento finanziario può variare da un minimo di 25.000 € fino ad un massimo di 65.000 € e si compone di una quota di contributo a fondo perduto (pari al 10% delle spese ammissibili) e di una quota di finanziamento agevolato a tasso zero (pari al 90% delle spese ammissibili).

Scadenza


La domanda di partecipazione deve essere presentata a partire dalle ore 12.00 del giorno 15 settembre 2016.

Tag: start up

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate