Food Safety Plan

11/03/2019

La esportazione di prodotti alimentari negli Stati Uniti è sottoposta al controllo della Agenzia USA Food and drug administration (FDA).
Dal 2016 le regole per la esportazione sono state integrate da un pacchetto di misure dettate dal FSMA (Food Safety Modernization Act), pacchetto normativo che obbliga tutti gli operatori del settore alimentare (USA e non) relative alla produzione ed al trattamento logistico dei prodotti alimentari destinati al mercato statunitense.
Si tratta di una integrazione del Piano di Autocontrollo HACCP, secondo una metodica definita HARPC (Hazard Analysis and Risk Based Preventive Controls) con alcuni requisiti aggiuntivi:
  • prevedere un "Manuale delle Buone pratiche di fabbricazione" (CGMP);
  • implementare un Piano di analisi ddel rischio denominato "Food Safety Plan", che include analisi dei pericoli, controlli preventivi, monitoraggio dei controlli preventivi;
  • definire delle procedure di controllo della catena di approvvigionamento e piano di richiamo per allerta alimentare;
  • essere tradotto in inglese;
  • mantenere dei record, cioè la registrazione puntuale dei controlli che il piano HARPC avrà evidenziato come necessari;
  • ad occuparsi di elaborare e validare il Food Safety Plan sarà una nuova figura professionale chiamata Preventive Controls Qualified Individual (PCQI) che sarà responsabile per l'azienda alimentare della totale implementazione del sistema di controllo interno. Il PCQI, la cui presenza è obbligatoria dovrà effettuare una specifica formazione e conseguire un particolare diploma rilasciato da un ente riconosciuto, la Food Safety Preventive Controls Alliance (FSPCA).
Progesa S.p.a. è in grado di realizzare il Food Safety Plan (in lingua inglese) secondo i requisiti FDA, e può fornire in formula di "outsourcing" la figura professionale del PCQI.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate