Emilia Romagna: contributi per il ripopolamento e rivitalizzazione dei centri storici nei comuni più colpiti dagli eventi sismici del 20-29 maggio 2012

29/05/2020

BENEFICIARI

Il bando si rivolge alle imprese, alle attività professionali, alle associazioni, fondazioni ed enti no profit.

PROGETTI AMMISSIBILI

I progetti devono prevedere interventi aventi ad oggetto l’insediamento e/o la riqualificazione, l’ammodernamento e/o l’ampliamento delle attività d’impresa, professionali e/o no profit, in immobili localizzati nelle aree dei centri storici, delle frazioni e/o di altre aree dei comuni indicati nel bando, che abbiano come obiettivo prioritario quello di aumentare l’attrattività dei luoghi e l’aumento dei flussi di persone verso le aree stesse.

SPESE AMMISSIBILI

  1. spese per opere edili, murarie e impiantistiche strettamente collegate al progetto. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima di € 8.000,00 per i progetti presentati dai liberi professionisti; 
  2. acquisto di arredi. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima di € 6.000,00 per i progetti presentati dai liberi professionisti; 
  3. acquisto di impianti strettamente connessi all’esercizio dell’attività, di beni strumentali e di attrezzature;
  4. acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing; 
  5. spese per la realizzazione di siti internet ed e-commerce;
  6. spese per l’acquisto e installazione di impianti per la ricarica di mezzi elettrici ad uso gratuito da parte dell’utenza che accede al centro storico, alla frazione e/o all’area ammissibile;
  7. spese per l’acquisto di mezzi di trasporto diversi da quelli identificabili come beni mobili iscritti in pubblici registri ai sensi dell’articolo 815 del codice civile (mezzi targati), quali ad esempio: biciclette, biciclette a pedalata assistita, cargo bike, ecc;
  8. spese promozionali correlate all’investimento o all’attività nella misura massima del 15% della somma delle voci precedenti;
  9. acquisizioni di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto, compresi i costi per la progettazione, direzione lavori e collaudo relativi alle opere edili, murarie e impiantistiche nonché i costi per la presentazione della domanda di contributo alla Regione nel limite massimo del 10% della somma delle voci precedenti

AGEVOLAZIONE

Per la terza e quarta finestra contributo a fondo perduto da un minimo del 50% ad un massimo del 70% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo massimo concedibile non può superare i 150.000 €.

SCADENZA

» 3° finestra, dalle ore 10 del 4° giugno 2020, alle ore 13 del 30 giugno 2020.
» 4° finestra, dalle ore 10 del 4 novembre 2020 alle ore 13 del giorno 30 novembre 2020. Dalle ore 10 del giorno 3 novembre 2020 sarà resa disponibile la piattaforma Sfinge 2020 per la sola compilazione e validazione delle domande
 
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate