Reggio Emilia: contributi per progetti di innovazione nelle PMI

15/05/2018

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia intende sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Reggio Emilia, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica. Stanziati 2 milioni di euro.
 
BENEFICIARI

Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI) così come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea, con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia.
 
PROGETTI e SPESE AMMISSIBILI

Gli investimenti ammissibili al contributo sono:
  1.  inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD);
  2.  inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM);
  3.  inserimento di tecniche per il controllo globale della qualità del prodotto;
  4.  inserimento di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi;
  5.  rinnovo per l’ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici con esclusione degli impianti previsti dall’articolo 1 del D.M. 37/082 ;
  6.  inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazioni innovativi, esclusa la creazione di siti Internet e l’applicazione della normativa sulla privacy;
  7.  installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza – tali investimenti non sono soggetti all’esclusione di cui all’art. 1 del citato D.M. 37/08);
  8.  inserimento di soluzioni per la mobilità sostenibile, ivi compresi i punti di ricarica auto o bici elettriche.
Sono ammissibili le spese, sostenute a partire dal 01/04/2018 e fino al 31/01/2019 (data fattura e data pagamento) riconducibili agli interventi previsti dal bando e precisamente:
  1. costo di acquisto di impianti e macchinari (compreso software) di cui alla voce tipologia degli interventi suddetti;
  2. costi di installazione e configurazione dei macchinari e/o software pertinenti ai beni di cui al punto precedente.
Non sono ammissibili spese relative a beni/servizi oggetto di “fatture d’acconto” con data antecedente al 01/04/2018.
 
AGEVOLAZIONE

Il contributo a fondo perduto è pari al 40% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto fino al valore massimo di contributo pari a 12.000,00 euro (max 13.500 per imprese femminili o giovanili.
 
SCADENZA

Le domande dovranno essere inviate dall’ 11/06/2018 al 12/07/2018; valutazione in base a ordine cronologico di presentazione della domanda e fino a esaurimento fondi.
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate