Progettare e attuare in modo efficace un Progetto di Sostenibilità aziendale

09/09/2021

Fig. 1-   i Tre pilastri ESG della Sostenibilità aziendaleFig. 1- i Tre pilastri ESG della Sostenibilità aziendale
Fig. 1- i Tre pilastri ESG della Sostenibilità aziendale
Man mano che la Sostenibilità ESG diventa più un imperativo strategico e operativo, Imprenditori e direzioni aziendali devono riflettere su come creare un'organizzazione per la sostenibilità che sia “giusta” per le loro aziende, tema quanto mai spinoso nelle PMI.

Le questioni Ambientali, Sociali e di Governance (i tre pilastri ESG) influiscono infatti  sempre di più sul modo in cui tutte le aziende fanno affari.  Più aziende, e i loro investitori (comprese le banche) , riconoscono la sostenibilità come una priorità strategica, ma poche aziende e soprattutto pochissime PMI hanno strutture organizzative progettate per trattare la sostenibilità come un tema di business “reale” e sviluppare una reale progettualità.
Fig. 2  - Obiettivi ESG e leve operativeFig. 2 - Obiettivi ESG e leve operative
Fig. 2 - Obiettivi ESG e leve operative
Infatti le attività nel campo della Sostenibilità si sono concentrate principalmente sulle relazioni con gli investitori e sulle pubbliche relazioni, ed essenzialmente nella fase di rendicontazione finale e elaborazione del Rapporto di Sostenibilità, in forma più o meno aderente agli standard internazionali, quali ad esempio i GRI Index.

Sebbene tali attività siano importanti, sono anche insufficienti per il successo delle organizzazioni per la sostenibilità, almeno in una ottica di medio – lungo periodo.

Il rischio è infatti quello di cadere in una mera rendicontazione di dati e attività sostanzialmente slegati, senza un reale impatto sul modello di business aziendale e sui processi interni, con enormi rischi di coerenza e soprattutto di tenuta del progetto nel medio e lungo termine.

Sostenibilità e performance devono invece andare a braccetto, in un ideale connubio di sforzi per consolidare i risultati aziendale nel medio e lungo termine: un progetto di sostenibilità non è un progetto di comunicazione, ma al contrario è un vero progetto di business. In figura 2 la nostra visione degli obiettivi progettuali e delle reali leve operative.
 
Fig. 3- Assessment ESG e analisi della Catena del Valore
Riteniamo che l’unica modalità efficace per implementare un progetto ESG sia una analisi articolata della struttura organizzativa e  delle attività interne, scomponendo la “catena del valore aziendale” (fig. 3): questa analisi permette di analizzare il reale impatto della nostra organizzazione sui temi di sostenibilità, in base al principio di “materialità”.
Fig. 4 – dal Piano Strategico ESG alle attivitàFig. 4 – dal Piano Strategico ESG alle attività
Fig. 4 – dal Piano Strategico ESG alle attività
La Analisi quindi permette di definire una matrice di impatto e significatività sui fattori ESG  nella giusta prospettiva aziendale, identificando i “fattori topici” e peculiari, anche in relazione agli obiettivi di performance aziendale. Questa fase di lavoro permette di evitare approcci “fumosi” o troppo generici, puntando ai fattori di efficienza e con effettivo impatto, e consente inoltre un inventario efficace di tutte la attività che possono essere valorizzate in chiave di rendicontazione, dandone una visione unitaria.

A nostro avviso è essenziale infatti consolidare e integrare i sistemi di gestione già presenti (per es.: Sistemi 9001, Sistemi SGSLL ex D. Lgs 81/08, Modelli 231) i cui requisiti e temi si intrecciano in forma organica al potenziale progetto di sostenibilità.

Buoni presupposti permettono poi di articolare un efficace management delle attività, a condizione che il team di lavoro abbia l’effettiva autonomia e potere organizzativo per incidere effettivamente sulle scelte di gestione, o almeno abbia la libertà organizzativa per elaborare proposte che arrivino direttamente a chi ha potere decisionale: in questo potrà essere molto utile la creazione di un Comitato Sostenibilità, di fatto uno “Steering Committee” del progetto ESG, che possa efficacemente “mettere a terra” studi e proposte in tale ambito.

La Fig. 4 presenta lo sviluppo ideale del progetto ESG, che rispetta l’ideale ciclo di Deming, sviluppo che non può prescindere dalla disponibilità di una efficace Dashboard, non solo nella fase di rendicontazione annuale, ma integrata nella gestione quotidiana e nel controllo dei processi.
 
Progesa propone un approccio organizzato, utilizzando la nostra consolidata esperienza applicativa in modelli e sistemi di gestione: contattateci per un pre- analisi gratuita.

Contattaci!
Condividi linkedin share
Siglacom - Internet Partner