Lombardia: contributi alle Imprese per progetti di SMART WORKING

27/03/2020

BENEFICIARI

Possono partecipare i soggetti che esercitano attività economica e che, al momento della presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:
  • essere imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio di competenza o essere soggetti, in forma singola o associata, non iscritti alla Camera di Commercio, in possesso di partita IVA;
  • avere un numero di dipendenti almeno pari a 3;
  • non essere già in possesso di un piano di smart working regolamentato o del relativo accordo aziendale;
  • risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva;
  • risultare ottemperante o non assoggettabile agli obblighi di assunzione ai sensi della legge 12 marzo 1999, n. 68.

PROGETTI AMMISSIBILI

A. Supporto all’adozione del Piano di smart working:
  1. Attività preliminari all’adozione del piano di smart working
  2. Attività di formazione rivolta al management/middle management e agli smart worker
  3. Avvio e monitoraggio di un progetto pilota.
B. Supporto all’attuazione del Piano di smart working:
  1. Acquisto di strumentazione tecnologica.

SPESE AMMISSIBILI

  1. servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale (Azione A); 
  2. acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working (Azione B). 

Per la fruizione del voucher, i soggetti beneficiari dell’agevolazione devono rivolgersi esclusivamente a un solo Operatore inserito sia nell'Albo regionale degli accreditati per i servizi di istruzione e formazione professionale - sez. A e B -, sia all'Albo regionale degli accreditati per i servizi al lavoro, di cui alla DGR n. 2412/2011.

AGEVOLAZIONE

Voucher nella forma di contributo a fondo perduto da un minimo di 5.000 ad un massimo di 22.500 euro, in base alla tipologia di azione e in relazione al numero totale di dipendenti delle sedi operative localizzate sul territorio di Regione Lombardia alla data di presentazione della domanda.

SCADENZA

La domanda di finanziamento deve essere presentata a partire dal 2 aprile 2020 fino ad esaurimento della dotazione finanziaria e comunque non oltre il 15 dicembre 2021.
Il voucher è assegnato con procedura a sportello, in base all’ordine cronologico di presentazione della domanda, previa istruttoria formale.
 
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate