Contributi per nuovi centri di competenza e imprese

23/02/2018

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni previste e per la realizzazione delle attività del presente bando, i centri di competenza nella forma di partenariati pubblico-privati, costituiti da partner diversi, pubblici e privati con la partecipazione di almeno un organismo di ricerca.

  1. Gli organismi di ricerca facenti parte del centro di competenza devono avere una stabile organizzazione in Italia e possedere i seguenti requisiti:avere contabilità separate per il finanziamento e per i costi e i ricavi di tali attività economiche, laddove l’ente svolga anche attività economiche;
  2. assicurare, qualora si tratti di organismi di ricerca di natura privata, che le imprese in grado di esercitare un’influenza decisiva sull’ente, per come previsto dal Regolamento GBER, ad esempio in qualità di azionisti o di soci, non possano godere di alcun accesso preferenziale ai risultati generati, fatto salvo quanto consentito dal Regolamento GBER;
  3. per le università:
  • impiegare personale e strutture afferenti per almeno il 70 per cento ai dipartimenti selezionati in base all’indicatore standardizzato della performance dipartimentale (ISPD) e ammessi alla presentazione di progetti di sviluppo dipartimentale;
  •  aver partecipato all’ultimo esercizio di Valutazione della qualità della ricerca (VQR) eseguito dall’ Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR), fino a conclusione della procedura e con esito positivo, per tutte le strutture di ricerca appartenenti all’istituzione, posizionandosi nelle aree di interesse per le attività previste, nel primo quartile della distribuzione nazionale (atenei) dell’indicatore R (voto medio normalizzato dell’area) e dell’indicatore X (frazione di prodotti eccellenti normalizzato nell’area);
        4.per gli enti di ricerca, aver partecipato all’ultimo esercizio di VQR eseguito dall’ANVUR, fino a conclusione della procedura e con esito positivo, per tutte le strutture di ricerca appartenenti all’istituzione posizionandosi, nelle aree di interesse                 per le attività previste, nel primo quartile della distribuzione nazionale dell’indicatore R.
Gli organismi di ricerca privati dovranno essere presenti nell’anagrafe nazionale delle ricerche, e avere gli stessi requisiti soggettivi delle imprese.
Le imprese facenti parte del centro di competenza, alla data di presentazione della domanda, devono avere una stabile organizzazione in Italia e possedere i seguenti requisiti:
  1. essere regolarmente costituiti ed iscritti nel Registro delle imprese;
  2. essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali;
  3. non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea.
 

 

PROGETTI E SPESE AMMISSIBILI

I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, presentati dalle imprese, ammissibili ai benefici, hanno ad oggetto:

  1. l’attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di tecnologie in ambito Industria 4.0, nel rispetto delle condizioni di cui all’articolo 25 del Regolamento GBER;
  2. l’innovazione dei processi e dell’organizzazione delle PMI in conformità agli articoli 28 e 29 del Regolamento GBER.
I progetti devono, altresì, prevedere:
  1. un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi, tempi;
  2. la stima dei benefici economici per l’impresa sul piano di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;
  3. la redazione di un piano finanziario a copertura dei costi del progetto;
  4. un livello di maturità tecnologica (Technology readiness level, “TRL”) in un intervallo tra TRL 5 e TRL 8 e che comunque raggiunga, al termine.
Nell’ambito del programma di attività presentato dal centro di competenza sono ammissibili le spese aventi ad oggetto:
  1. l’acquisizione di attrezzature, impianti e macchinari, nonché componenti hardware e software funzionali alla realizzazione del programma di attività;
  2. il personale dipendente del soggetto proponente o in rapporto di collaborazione con contratto di collaborazione o di somministrazione di lavoro, ovvero titolare di specifico assegno di ricerca, nella misura in cui è impegnato nella realizzazione del programma di attività del centro;
  3. licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà intellettuale;
  4. servizi di consulenza specialistica e tecnologica;
  5. organizzazione di corsi di formazione sulle tecnologie e le applicazioni in ambito Industria 4.0, per facilitare la condivisione delle conoscenze e il lavoro in rete;
  6. attività di marketing del centro di competenza volta a promuovere la partecipazione di nuove imprese o organismi di ricerca ed aumentare la visibilità del centro delle attività, un livello pari almeno a TRL 7.

CONTRIBUTO

I benefici sono concessi, nella forma di contributi diretti alla spesa, in relazione a:

  1. costituzione e avviamento dell’attività del centro di competenza, nella misura del 50 per cento delle spese sostenute, per un importo complessivo non superiore a euro 7.500.000 per ciascun centro di competenza;
  2. progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentati dalle imprese nell’ambito del programma di attività del centro di competenza, nella misura del 50 per cento delle spese sostenute per un importo massimo non superiore a euro 200.000 per ciascun progetto.
Agli interventi di cui al comma precedente, lettera a), è destinata una quota non superiore al 65 per cento delle risorse disponibili e ai progetti di cui alla lettera b) una quota non inferiore al 35 per cento.

SCADENZA

La domanda e i relativi allegati dovranno essere inviati dal giorno 1 febbraio 2018 al giorno 30 aprile 2018.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate