Bando per progetti di investimento per il riposizionamento competitivo dei Distretti Industriali

05/01/2018

Beneficiari

Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese (PMI) appartenenti ai distretti industriali, alle reti innovative regionali, o riunite in aggregazioni di imprese, in conformità alle modalità di seguito indicate:

1. Distretti industriali. Fanno parte del distretto industriale le imprese che:
  • hanno già attiva o intendono attivare un’unità locale o sede operativa, nella quale svolgere l’investimento, situata in uno dei comuni elencati in Appendice 3 del presente bando in relazione al distretto industriale di appartenenza;
  • svolgono o intendono svolgere una tra le attività economiche di cui alla codifica ATECO riferita agli ambiti settoriali del distretto industriale e riportata in Appendice 3 del presente bando.
2. Reti innovative regionali. Fanno parte della rete innovativa regionale le imprese aderenti e registrate nel Catalogo regionale della ricerca.
3. Aggregazioni di imprese. Le aggregazioni di imprese sono composte nel numero minimo di tre imprese, e devono essere costituite mediante:         
  • contratto di rete, come definito dalla legislazione vigente, per il quale dovrà essere preventivamente definito l’organo comune incaricato di gestire, in nome e per conto dei partecipanti, l’esecuzione del progetto oggetto della domanda di sostegno;
  • consorzio con attività esterna, società consortile, società cooperativa;
  • associazione di imprese a carattere temporaneo (A.T.I.), appositamente costituita per la realizzazione del progetto oggetto della domanda di sostegno.

Progettazione ammissibili

I progetti attuativi degli interventi riguardano l’attuazione di investimenti in attivi materiali e immateriali per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. Tutti gli investimenti devono essere in ogni caso finalizzati all’innovazione di processo e/o dell’organizzazione.

Contributo

Il sostegno, concesso nella forma di contributo in conto capitale, non può essere superiore ad euro 200.000,00 ed inferiore ad euro 10.000,00 ed è concesso:
  • nella misura fissa del 20% dei costi ammissibili a favore delle micro e piccole imprese;
  • nella misura fissa del 10% dei costi ammissibili a favore delle medie imprese;
  • nella misura fissa del 20% dei costi ammissibili qualora la media impresa scelga l’applicazione del Regolamento UE n. 1407/2013 agli aiuti «de minimis».
Qualora il progetto riguardi un’aggregazione di imprese composta da micro e piccole imprese e da medie imprese il sostegno sarà nella misura del 10% per le sole quote dei costi ammissibili sostenuti dalle medie imprese che non hanno scelto l’applicazione del Regolamento UE n. 1407/2013.
 

Scadenza

La domanda potrà essere presentata a partire dal 20 dicembre 2017, fino alle ore 17.00 dell’8 febbraio 2018.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate