Anticipazione – Voucher 3I – investire in innovazione

06/12/2019

BENEFICIARI

Le imprese che possono beneficiare del voucher 3I sono le start-up innovative di cui al decreto-legge 18 ottobre 2012, per la valorizzazione del proprio processo di innovazione.

SPESE AMMISSIBILI

E’ possibile acquisire i seguenti possibili servizi: 
  1. servizi di consulenza relativi all'effettuazione delle ricerche di anteriorità   preventive e alla verifica della brevettabilità dell'invenzione; 
  2. servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi; 
  3. servizi di consulenza relativi al deposito all'estero di una domanda che rivendica la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto (l'impresa deve essere in possesso della domanda di brevetto nazionale).
Il Voucher 3I può essere fornito esclusivamente per l’acquisizione di servizi prestati dai consulenti in proprietà industriale iscritti all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e da avvocati iscritti al Consiglio nazionale forense.
Il voucher 3I riguarda esclusivamente i servizi e non include gli oneri relativi a tasse e diritti relativi al deposito. 
 

AGEVOLAZIONE

  • 2.000 euro per i servizi di consulenza relativi alle ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • 4.000 euro per i servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’UIBM;
  • 6.000 euro per i servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto.

SCADENZA

I termini e le modalità operative per la presentazione delle domande saranno definite con un successo provvedimento ministeriale.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner
Upgate