MISE: Fondo Impresa Donna, contributi a fondo perduto e finanziamenti per l’imprenditoria femminile

20/12/2021

BENEFICIARI

  • Imprese individuali la cui titolare è donna;
  • Cooperative e società di persone con almeno il 60% di donne socie;
  • Società di capitale con quote e componenti del CdA per almeno due terzi al femminile;
  • Lavoratrici autonome
con sede legale o operativa in Italia e operanti nei seguenti settori: industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi, del commercio e del turismo.
 

SPESE AMMISSIBILI

Costituiscono costi ammissibili le spese sostenute per:
  • impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica;
  • immobilizzazioni immateriali;
  • servizi cloud per la gestione aziendale;
  • personale dipendente, assunto a tempo indeterminato o determinato dopo la data di presentazione della domanda e impiegato nell’iniziativa agevolata.

AGEVOLAZIONE

Occorre distinguere:
  1. AGEVOLAZIONE PER LE NUOVE IMPRESE (costituite da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda)
Contributo a fondo perduto che:
  • entro spese ammissibili di 100.000 euro, copre l’80% fino a un massimo di 50.000 euro. Per le donne disoccupate la percentuale massima di copertura sale al 90%;
  • entro spese ammissibili superiori a 100.000 euro e fino a 250.000 euro, la copertura scende al 50%.
  1. INCENTIVI PER LE IMPRESE GIÀ ESISTENTI
  • per le imprese costituite da almeno un anno e massimo 3 anni, le agevolazioni possono essere per il 50% come “contributo a fondo perduto” e per un altro 50% come “finanziamento agevolato” di 8 anni a tasso zero, per coprire fino all’80% delle spese ammissibili. Il tetto massimo è di 400.000 euro;
  • per le aziende che hanno più di 3 anni le spese di capitale circolante sono agevolate solo con il “contributo a fondo perduto”, mentre quelle di investimento anche con il “finanziamento agevolato”. Il tetto massimo è sempre pari a 400.000 euro.
In aggiunta a tali agevolazioni, sono previsti servizi di assistenza tecnico-gestionale, fino all’importo massimo di 5.000,00 euro per impresa, fruibile in parte attraverso servizi erogati da Invitalia (3.000,00 euro), in parte in forma di voucher (2.000,00 euro) per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.
 

SCADENZA

Termini e modalità di presentazione delle domande in attesa di decreto.
Condividi linkedin share
Siglacom - Internet Partner