Bando Start 4.0

18/12/2020

BENEFICIARI

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), singolarmente ovvero in partenariato. 
  • Grandi Imprese, solo se aggregate in partenariato a MPMI e, comunque, non possono assumere il ruolo di capofila.
I soggetti beneficiari devono avere sede legale o unità operativa, presso cui realizzare il progetto, attiva nel territorio nazionale; in tale sede o unità operativa l’impresa deve svolgere abitualmente attività di produzione di beni o servizi e impiegare stabilmente il personale e le attrezzature utilizzate per la realizzazione del progetto.
 

SPESE E PROGETTI AMMISSIBILI

Il bando intende sostenere le attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di tecnologie in ambito Industria 4.0; come specificate nel seguente elenco:
  • Intelligenza artificiale e machine learning;
  • IoT; • Sensori software e hardware per real-time, Edge/Fog computing, virtualizzazione;
  • Big Data analytics;
  • Crittografia e protocolli crittografici;
  • Cloud orchestration & computing;
  • Protocolli, dispositivi e infrastrutture di rete (incluso 5G);
  • Realtà virtuale e Realtà aumentata;
  • Modellazione e simulazione;
  • Robotica;
  • Automazione e controllo automatico.

Sono ammissibili le spese strettamente legate alla realizzazione dei progetti agevolabili sostenute nell’arco di durata del progetto.
Sono ammissibili le spese rientranti nelle seguenti voci:
  1. Personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo (responsabile del progetto, ricercatori, tecnici/operai) nella misura in cui è impiegato nel progetto. Detto personale deve essere in possesso di adeguata esperienza professionale in relazione all’attività da svolgere nel progetto e legato all’impresa da rapporto di lavoro dipendente a tempo determinato o indeterminato o da rapporto di collaborazione di tipo continuativo attuato attraverso le forme contrattuali consentite dalla vigente normativa.
Le spese del personale con mansioni amministrative e contabili rientrano tra le spese generali calcolate con modalità forfettaria, di cui alla lettera f);
  1. Strumenti e attrezzature specifiche, acquisite successivamente alla data di avvio del progetto, strettamente correlate alla realizzazione del progetto, in misura pari al valore dell’ammortamento riferibile al periodo di effettivo utilizzo nell’ambito del progetto, nel limite delle quote fiscali ordinarie di ammortamento.  
  2. Ricerca contrattuale per attività tecnico-scientifiche di ricerca e/o sviluppo sperimentale, studi, progettazione e similari, alle normali condizioni di mercato, affidati attraverso contratto a:
  • Università e altri Organismi di Ricerca;
  • Altri soggetti esterni all’impresa, indipendenti dalla stessa, in possesso di adeguate e documentate competenze ed esperienze professionali pertinenti alle consulenze commissionate;
  • Prestazioni e servizi necessari all’attività di ricerca e sviluppo e non direttamente  imputabili alla realizzazione fisica di prototipi, acquisiti da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, tra cui l’effettuazione di test e prove, i servizi propedeutici alla brevettazione, le attività di divulgazione e diffusione dei risultati;
  1. Beni immateriali, quali costi per l’acquisto di brevetti, know-how, diritti di licenza  e software specialistici, in misura pari al valore dell’ammortamento riferibile al periodo di effettivo utilizzo nell’ambito del progetto, nel limite delle quote fiscali ordinarie di ammortamento. Nel caso i beni non siano soggetti ad ammortamento, sono imputabili per l’intero costo. Qualora l’uso dei beni non sia esclusivo per il progetto nell’arco temporale di realizzazione dello stesso, il costo è imputabile in proporzione all’uso effettivo per il progetto;

    f. Spese generali supplementari di gestione, derivanti direttamente dalla realizzazione del progetto, da calcolarsi con modalità semplificata a tasso forfettario nella misura del 20% dei costi relativi al personale;

    g. Altri costi di esercizio, inclusi i costi di materiali, forniture e prodotti analoghi, nel limite del 20% del costo totale di progetto.

    I progetti devono avere una durata pari a 12 mesi.; sono ammessi soltanto i costi attribuiti per competenza a date comprese nel periodo deliberato per lo svolgimento del progetto a condizione che siano stati effettivamente sostenuti.
     

AGEVOLAZIONE

Le percentuali di intensità dell’agevolazione, suddivise per tipologia di beneficiario, sono riportate nella seguente tabella:
 
  Micro- Piccola- Media Grande
Ricerca Industriale (RI) 50% 35%
Sviluppo Sperimentale (SS) 40% 25%

 Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto è di Euro 170.000,00 

 

SCADENZA

Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 4 febbraio 2021.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner