NAZIONALE: PNRR - Bando per investimenti in pannelli fotovoltaici– Componente C1-Investimento 2.2 "Parco Agrisolare"

28/03/2022

BENEFICIARI

Imprenditori Agricoli, in forma individuale o societaria;
Imprese Agroindustriali;
Cooperative Agricole, cooperative o loro consorzi che svolgono coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse.

ATTIVITA’ AMMISSIBILI

Acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici. 

Unitamente, possono essere svolti i seguenti interventi:

rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti
realizzazione dell’isolamento termico dei tetti
realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria).
Gli interventi:

dovranno essere realizzati sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale, compresa l’attività agrituristica.

Gli impianti fotovoltaici dovranno avere una potenza compresa tra i 6 e i 500 kWp.

Per le aziende agricole di produzione primaria, gli impianti fotovoltaici sono ammissibili agli aiuti unicamente se l’obiettivo è quello di soddisfare il fabbisogno energetico dell’azienda e se la loro capacità produttiva non supera il consumo medio annuo di energia elettrica dell’azienda agricola, compreso quello familiare.
 

SPESE AMMISSIBILI

Le spese includono i seguenti costi:
  1. Costruzione o miglioramento di beni immobili.
  2. Acquisto di macchinari e attrezzature, al massimo fino al loro valore di mercato.
  3. Costi generali collegati alle spese di cui ai punti 1) e 2), come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, onorari per consulenze sulla sostenibilità ambientale ed economica, compresi studi di fattibilità.
  4. Acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali.
  5. Investimenti supplementari per favorire l’efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili.
La spesa massima ammissibile per singolo progetto è pari a euro 750.000,00 (euro settecentocinquantamila/00), nel limite massimo di euro 1.000.000 (un milione) per singolo Soggetto beneficiario.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale variabile:

Aziende agricole attive nella produzione primaria: 50% per le regioni del Sud e 40% per le Altre Regioni; maggiorate del 20 % per giovani agricoltori, investimenti collettivi e investimenti in zone di cui all’art. 32 Reg. UE 1035/2013.

Imprese attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli: 50% per le regioni del Sud e 40% per le Altre Regioni;

Imprese di trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli e le altre imprese: 30% dei costi ammissibili. L’intensità di aiuto può aumentare del: 20 % per le piccole imprese; 10 % per le medie imprese; 15 % per investimenti effettuati nelle zone assistite di cui all’art. 107, par.3, lett. a) del Trattato.

 

SCADENZA

In attesa di apertura.
Condividi linkedin share
Siglacom - Internet Partner