Industria 4.0- Iperammortamento al 250%

Il 30 settembre 2018 è ancora il termine ultimo per la consegna dei beni ammessi all’ agevolazione, a condizione che, entro la data del 31 dicembre 2017, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

BENEFICIARI

A beneficiare sono tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia.

SPESE AMMISSIBILI

Sono agevolabili progetti che prevedono l’acquisto, anche in leasing, di beni materiali strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Industria 4.0”.

I beni agevolabili sono raggruppabili  in tre categorie:

  1. beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;
  2. sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
  3. dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica «4.0».

AGEVOLAZIONE

Per tutte le imprese che investono in beni e tecnologie Industria 4.0 c’è la possibilità di ammortizzare il bene per un valore pari al 250% del valore d’acquisto, conseguendo un beneficio fiscale immediato.

Vediamo un esempio: su un valore di 100.000 di investimenti, beneficio fiscale di oltre 37.000.

SCADENZA

Il diritto al beneficio matura quando l’ordine e il pagamento di almeno il 20% di anticipo sono effettuati entro il 31 dicembre 2017 , la consegna del bene avviene entro il 30 settembre 2018 e il bene è interconnesso al sistema informativo aziendale.

La bozza di Legge di bilancio 2018 (ancora in fase di approvazione) prevede la possibilità di beneficiare della proroga dell’iperammortamento fino al 31 dicembre 2019 a patto che:

  • L’ordine risulti accettato entro il 31 dicembre 2018;
  • Il pagamento di acconti pari al 20% del costo del bene risulti effettuato fino al 31 dicembre 2018.

 

Per maggiori informazioni

Contattaci

top